logo w3c consortium

WCAG 2.0 – Le linee guida per l’accessibilità

Nell’agosto del 2002 il WCAG working-group rilasciò la prima bozza di lavoro di quelle che dall’11 dicembre 2008 sono diventate la versione 2 delle linee guida per l’accessibilità dei contenuti web.

Rispetto alla versione 1.0 si tratta di un documento più compatto e comprensibile dei precedenti. Le 14 linee guida sono state ridotte a 4, che diventano delle specie di principi ispiratori. Per ognuna delle 4 linee guida vengono poi esposti alcuni checkpoint, in numero decisamente ridotto (21) rispetto agli 84 della versione 1.0. L’obiettivo è dunque anche quello di favorire una reale diffusione di queste tecniche, che nella versione 1.0 sono molto difficili da capire e talvolta ambigue e conflittuali.

le 5 linee guida sono dunque le seguenti:

  • Percepibile – Le informazioni e i componenti dell’interfaccia utente devono essere presentati agli utenti in modo che possano essere percepiti.
  • Utilizzabile – Assicurarsi che ogni elemento d’interfaccia presente all’interno dei contenuti possa esser fatto funzionare da ogni utente.
  • Comprensibile – Le informazioni e le operazioni dell’interfaccia utente devono essere comprensibili.
  • Robusto – Utilizzare tecniche che massimizzino la probabilità di funzionare con le presenti e future tecnologie web e con gli user agent.

Per ciascuno di questi principi vengono definiti dei checkpoint che dovrebbero essere soddisfatti.

1. Percepibile
Linea Guida 1.1 – Per i contenuti non testuali, fornire un testo equivalente che abbia lo stesso scopo o fornisca le stesse informazioni del contenuto non testuale, ad esclusione di quando lo scopo del contenuto non testuale è di generare un’esperienza sensoriale specifica (ad esempio, musica ed arte visiva). In questo caso è sufficiente una etichetta (text label) o una descrizione.
Linea Guida 1.2 – Fornire media equivalenti sincronizzati per le presentazioni dipendenti dal tempo.
Linea Guida 1.3 – Adattabile: Creare contenuti che possano essere rappresentati in modalità differenti (ad esempio, con layout più semplici), senza perdere informazioni o la struttura..
Linea Guida 1.4 – Distinguibile: Rendere più semplice agli utenti la visualizzazione e il sonoro dei contenuti, separando i contenuti in primo piano dallo sfondo.

2. Utilizzabile
Linea Guida 2.1 – Tutte le funzionalità sono fruibili almeno attraverso tastiera o emulatore di tastiera.
Linea Guida 2.2 – Adeguata disponibilità di tempo: Fornire agli utenti tempo sufficiente per leggere ed utilizzare i contenuti.
Linea Guida 2.3 – Convulsioni: Non sviluppare contenuti che possano causare attacchi epilettici.
Linea Guida 2.4 – Navigabile: Fornire delle funzionalità di supporto all’utente per navigare, trovare contenuti e determinare la propria posizione.

3. Comprensibile
Linea Guida 3.1 – Leggibile: Rendere il testo leggibile e comprensibile.
Linea Guida 3.2 – Prevedibile: Creare pagine Web che appaiano e che siano prevedibili.
Linea Guida 3.3 – Assistenza nell’inserimento: Aiutare gli utenti ad evitare gli errori ed agevolarli nella loro correzione.

4. Robusto
Linea Guida 4.1 – Compatibile: Garantire la massima compatibilità con i programmi utente attuali e futuri, comprese le tecnologie assistive.

Condividi su:
  • Print this article!
  • E-mail this story to a friend!
  • Turn this article into a PDF!
  • Google Bookmarks
  • Yahoo! Bookmarks
  • Digg
  • del.icio.us
logo validazione xhtml logo validazione css